The Five Greatest Left Handed Tennis Players of All Time

Di LastWordOnTennis, di Paul Bradley

Non si sentono le parole “dog days” associate al tennis professionale che spesso. È un termine che major league baseball sembra avere un brevetto su. Come il calendario viene impostato per saltare nella stagione autunnale domani e ora quasi due settimane rimosso dal campionato US Open a Flushing Meadow, New York, sembra sempre che questo potrebbe essere il periodo dell’anno in cui il tennis può cullare. Certo, i tornei sono all’ordine del giorno. Il programma ATP maschile è atterrato a San Pietroburgo, in Russia per questa ultima settimana d’estate. Nel frattempo, il WTA women’s tour ha iniziato il loro swing asiatico con le signore che intrattengono le belle persone a Guangzhou, in Cina. La fine ufficiale della stagione tennistica si svolge a Londra, in Inghilterra, alle finali del Barclay World Tour di novembre. Abbiamo quasi due mesi di tennis a sinistra per seguire prima che ma cerchiamo di uscire dal presente per il momento e fare un salto indietro con un’attività preferita che gli appassionati di tennis amano fare: Fare preferiti e classifiche liste.

Un passo indietro nel tempo

Affrontiamo il fatto che questo è un mondo di destra. Le stime sono che 85 per cento di noi sono della varietà non-mancia. La lista di oggi si concentrerà sull’altro 15 per cento, i mancini stravaganti. Durante i circoli di tennis è sempre stato considerato un vantaggio giocare dall’altra parte rispetto alla maggior parte. Generalmente assumiamo questo perché i giocatori destrimani hanno meno possibilità di giocare contro mancini, quindi i loro giochi sono un po ‘ misteriosi o sconosciuti. Quella parte certamente anelli vero, ma poi c’è tutta l’altra gamma di diversi giri e il modo in cui la palla si stacca la racchetta. I giri dei mancini sembrano provenire da un altro emisfero. Tennis professionale ha visto più della sua giusta quota di tutti i giocatori leggenda tempo provenienti dalla off wing. Per amor di discussione, mi permetta di rango di tutti i tempi cinque più grandi giocatori di tennis mancini, maschio e femmina inclusi. E ancora meglio, non avrò paura di classificarli in ordine. Se abbiamo intenzione di scegliere di fare questo sforzo, andiamo all in, stile Texas hold’em.

La ceca diventata americana

n.1 della lista è quella che molti considerano la più grande giocatrice che abbia mai giocato, e cioè Martina Navratilova. Dopo essere entrato in scena nel 1975 con un gioco che molte donne non avevano mai visto prima, il nativo cecoslovacco ha creato un certo tipo di stile d’attacco che è quasi scomparso nel gioco attuale di oggi, incluso il gioco maschile. Navratilova ha vinto il suo primo Grande Slam al All-England Lawn Tennis Club a Wimbledon nel 1978 e sarebbe andato a un record di nove campionati su quei terreni sacri. A 5 piede 8 lei era della dimensione perfetta per dominare il gioco delle donne e la sua corporatura muscolare e la resistenza sarebbe ineguagliata fino a quando l ” età finalmente iniziato a mostrare, ma che non è stato fino a oltre il suo 32 ° compleanno. Si sarebbe ritirata come leader di tutti i tempi nei titoli del Grande Slam, maschio o femmina, con 18, che da allora è stato superato due volte. Sia Steffi Graf e Serena Williams attualmente siedono in cima alla lista a 22.

La prima vera leggenda del tennis maschile

No. 2 è l’australiano Rod Laver. Sembra che se chiedi a qualsiasi giocatore cresciuto negli anni ’60 e’ 70, l’unico giocatore che tutti ammiravano senza esitazione è l’ultimo gentiluomo di questo sport, Laver. Piazzare Laver al secondo posto in qualsiasi lista non è mai facile, ma Navratilova lo supera per un pelo in un photo finish. Abbastanza petite a 5 piedi 8 (anche questo può essere un po ‘ generoso), Laver era un giocatore che ha usato uno stile di attacco per soffocare gli avversari in sottomissione. Per un atleta così piccolo statured, altri giocatori hanno avuto problemi lobbing il caricatore duro da Rockhampton, Queensland. Laver avrebbe vinto 11 titoli del Grande Slam tra il 1962 e il 1969 e il suo equilibrio di gioco ugualmente su tutte le superfici del campo era una meraviglia per tutti a testimoniare. Quattro trofei del campionato di Wimbledon, tre vittorie agli Australian Open e un paio di titoli francesi e US Open completano il curriculum mozzafiato di questo indiscusso Hall of Famer.

Lo spagnolo che ha dominato la terra come nessun altro

Nella terza posizione della nostra umile classifica è Rafael Nadal. Il nove volte French Open king of clay può ancora aggiungere al suo status, ma anche senza farlo, ha cementato la sua eredità come una delle leggende di tutti i tempi e senza dubbio, il miglior giocatore di terra battuta che il mondo abbia conosciuto. Ormai trentenne, lo spagnolo di Maiorca possiede un gioco duro e pesante che ha punito gli avversari per tanti anni, ma ultimamente ha preso il suo pedaggio fisicamente sul piede 6 1, 190 pounder. Egli può aggiungere di più ai libri dei record, ma così com’è ora è seduto a 14 titoli del Grande Slam, ha un record vincente contro il grande Roger Federer, ed è conosciuto come il giocatore più duro lavoro in questo sport. Ha praticamente voluto se stesso a vittorie su superfici di campo come l’erba di Wimbledon, che ha vinto due volte, nel 2008 e nel 2010. L’allenamento e l’implacabilità di Nadal sono rinomati in tutto il mondo, così come le dure pratiche che il suo allenatore e lo zio, Toni Nadal, hanno sottoposto a Rafael.

Il monello del Queens

che rivendica la quarta posizione nelle nostre classifiche di sinistra è l’incomparabile John McEnroe. Mac, come è affettuosamente conosciuto, irrompe sulla scena nel 1978 come giocatore universitario di 19 anni dell’Università di Stanford. Avrebbe raggiunto le semifinali a Wimbledon, un precursore di tre campionati che avrebbe vinto lì tra il 1981 e il 1984. L ” eleganza e il tocco del 5 piede 11 piccola cornice americana è ciò che lo distingue dai suoi rivali, e fino ad oggi, è altamente considerato come il più grande volleyer nella storia del tennis. McEnroe finirebbe con sette campionati del Grande Slam, divisi in modo abbastanza uniforme tra Inghilterra e Flushing, quattro titoli statunitensi e tre trofei di Wimbledon. Ha fatto fare un Open di Francia finale al Roland Garros nel 1984, ma ha perso. Con il suo stile di gioco, il fatto che sia arrivato così lontano sulla superficie di argilla sporca di Parigi rimane sorprendente. Anche da non essere respinto è stato il doppio talento che McEnroe possedeva con partner di lunga data, Peter Fleming. E ” stato sia il singolo numero uno e doppio giocatore allo stesso tempo per un certo numero di anni. Questa è un’impresa che sarebbe irraggiungibile nel gioco attuale di oggi.

Jimbo potrebbe suonare una folla come un musicista suona uno strumento

Alla posizione n.5 è l’unico e solo James Scott Connors, o Jimmy. Connors ha iniziato la sua carriera come cattivo nel 1972 e 24 anni dopo, all’età di 44 anni, si è allontanato da una corsa leggendaria come santo. Connors era una stranezza in molti modi. Sì, ha giocato a sinistra, ma oltre a questo c’era un foraggio più particolare. È stato il primo vero utente del rovescio a due mani in stile baseball. Vedi quel colpo tutto il tempo, ma Connors lo ha realizzato e i giocatori che hanno seguito negli 1990, come Jim Courier, lo hanno accreditato come l’uomo che ha creato il colpo. Connors è stato anche allenato bene nei suoi giorni professionali da sua madre, Gloria che si è trasferito dalla zona di St. Louis a sud della California in modo che il figlio potrebbe ottenere la concorrenza che ha così disperatamente bisogno di brevettare il suo gioco in grandezza. Il juggernaut 5 foot 10, originario dell’Illinois, avrebbe vinto il suo primo degli otto titoli del Grande Slam down under agli Australian Open nel 1974. La sua leggenda sarà sempre più ricordata a Flushing. Connors avrebbe continuato a vincere cinque titoli US Open nel corso di un periodo di nove anni tra il 1974 e il 1983. La sua capacità di tornare indietro nel tempo padre gli è valso l’adulazione degli appassionati di tennis in tutto il mondo quando ha raggiunto le semifinali agli US Open 1991. All’epoca aveva 39 anni.

Foto principale:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.