Leon Day

Leon Day
30 ottobre 1916 – 13 marzo 1995
Nato ad Alessandria, Va., il 30 ottobre 1916, Leon Day era il secondo più giovane di sei figli. La famiglia venne a Baltimora poco dopo la sua nascita. Suo padre, Ellis Day, ha ottenuto un lavoro in una fabbrica di vetro a Westport. Day è cresciuto a Mount Winans nel sud-ovest di Baltimora lungo i binari della ferrovia Baltimora e Ohio.
Day è cresciuto in una casa su Pierpont Street senza elettricità e senza acqua corrente. Giorno sarebbe regolarmente fare la lunga passeggiata da Mount Winans a Maryland Baseball Park a Westport in modo da poter guardare i Baltimore Black Sox, una squadra di baseball Negro League.
Day ha iniziato a giocare con la squadra maschile locale, il Mount Winans Athletic Club, tra i 12 ei 13 anni. Day, contro la volontà di sua madre, lasciò la Douglass High School dopo due anni perché la scuola non aveva una squadra di baseball. Si unì a una squadra semi-pro chiamata Silver Moons. A metà di quell’estate, l’ex star dei Black Sox Rap Dixon chiese a Day di unirsi alla sua squadra di professionisti nel 1934, che suonò a Chester, Pa.
La squadra corse su un budget di scarpe e si piegò dopo un anno. Day è stato fortunato a ottenere 2 2 o 3 3 a settimana da un promesso 6 60 al mese.
Dixon ha continuato a giocare per i Brooklyn Eagles e ha preso Day con lui. Nel 1936, gli Eagles si trasferirono a Newark sotto una nuova proprietà. Day ha cominciato a essere pagato regolarmente e ha iniziato l’invio di denaro a casa ogni settimana. Ha trascorso i suoi inverni a giocare a baseball a Porto Rico.
Nel 1942, il ritorno a casa di Day a Baltimora fu un successo. In una partita di notte contro i Baltimore Elite Giants, ha colpito fuori 18 battitori, che gli storici considerano come il record Negro National League. Day ha lanciato contro Satchel Paige nel Negro Leagues All-Star East-West Game, sconfiggendo Paige 5-2. Nel 1943, Day sbarcò in Normandia dopo essere stato arruolato dall’esercito degli Stati Uniti. Ha combattuto la supremazia bianca della Germania nazista in un esercito segregato. Day era un lanciatore con la sua unità dell’esercito dopo la guerra e ha giocato contro la Terza squadra dell’esercito del generale George Patton per il campionato europeo di baseball del teatro delle operazioni. Le due squadre hanno giocato in uno stadio di Norimberga davanti a una folla di 100.000. La Terza squadra dell’Esercito comprendeva alcuni major league bianchi. Day lanciò un quattro battitore e sconfisse i major leaguers 2-1.
Day tornò negli Stati Uniti nel 1946 e giocò per i Newark Eagles, lanciando un no-hitter contro i Philadelphia Stars. Ha lanciato in 22 giochi e battuto .385. Quell’anno, Day si infortunò al braccio alla fine della stagione. Tuttavia, gli Eagles sconfissero i Kansas City Monarchs per il Negro Leagues championship. Tra il 1947 e il 1948, Day trascorse il suo tempo a giocare in Messico. Nel 1949, tuttavia, tornò negli Stati Uniti e si unì ai Baltimore Elite Giants, che vinsero il campionato quell’anno. Day ha giocato un paio di anni in Messico e Canada, ed è stato eletto nella Negro League Hall of Fame nel 1971. Nel 1970, tornò a Baltimora come guardia di sicurezza per una società di trasferimento, ritirandosi nel 1979. Day sposò Geraldine Ingram nel 1980.
Day è stato nominato nella National Baseball Hall of Fame il 7 marzo 1995. Era in ospedale al momento delle elezioni. “Sono pronto ad alzarmi da questo letto”, ha detto Day, che soffriva di diabete, gotta e un cuore cattivo. “Questo è stato sulla parte posteriore della mia mente per molto tempo.”Leon Day è morto il 13 marzo 1995.
La sua targa nella National Baseball Hall of Fame recita:
LEON DAY
NEGRO LEAGUES 1934-1949
USATO INGANNEVOLE, SENZA VENTO, CONSEGNA A BRACCIO CORTO
PER COMPILARE IMPRESSIONANTE SINGOLA STAGIONE E
STATISTICHE DI CARRIERA DURANTE 10 ANNI IN NEGRO
LEGHE. HA GIOCATO ANCHE A PUERTO RICO,
CUBA, VENEZUELA, MESSICO E CANADA. IMPOSTARE NEGRO
RECORD DELLA LEGA NAZIONALE NEL 1942 CON 18 STRIKEOUT
IN GIOCO. HURLED NO-HITTER IL GIORNO DI APERTURA 1946
PER NEWARK EAGLES VS. PHILADELPHIA STARS. LANCIATO
IN RECORD 7 NEGRO LEAGUE ALL-STAR GAMES
Nel 1995, una sezione di Camden Street è stato chiamato Leon Day Way e nel 2000, Leon Day Park aperto nel quartiere Rosemont/Franklintown a West Baltimore.
Negro Leagues Baseball Museum:

National Baseball Hall of Fame:

Paul Paul McCardell

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.