Infezione del tratto urinario: cosa dovresti e non dovresti mangiare

50% di donne sperimentano un’infezione del tratto urinario (UTI) nella loro vita. Costa oltre 1 miliardo di dollari e si traduce in 1 milione di ricoveri. È comune tra le donne rispetto agli uomini. UTI sono un’infezione del tratto urinario che coinvolge i reni, ureteri, vescica e uretra. Se non trattata, l’infezione può degenerare e danneggiare il rene e gli ureteri, portando permanentemente a cicatrici e insufficienza renale.

La causa più comune è dovuta ai batteri del sistema gastrointestinale. L’ano è di solito abbastanza vicino all’uretra nelle donne. Batteri come E. coli viaggiano dal sistema digestivo. Questi batteri possono anche essere introdotti durante il sesso come la clamidia e il micoplasma.

Cosa mangiare quando hai un UTI?

Sintomi di UTI

Alcuni dei sintomi comuni di un’infezione del tratto urinario sono minzione dolorosa, sensazione di bruciore durante la minzione, un intenso bisogno di urinare, pressione o pienezza sulla vescica, scarico, nausea, vomito, urina torbida o dall’odore strano, febbre e mal di schiena. Se grave allora si può anche vedere il sangue nelle urine.

Fattori di rischio

Esistono alcuni fattori di rischio che aumentano le possibilità di contrarre un’infezione del tratto urinario. Questi includono il sesso non protetto, l’assunzione di antibiotici, non urinare frequentemente, la scelta di bagni sopra le docce, la mancanza di acqua nella dieta, l’ingresso batterico dall’ano e la gravidanza. La vecchiaia e il sesso giocano un ruolo poiché l’immunità è più bassa negli anziani e l’uretra è più corta nelle donne.

Alimenti che dovreste mangiare quando avete un’infezione del tratto urinario

Alcuni alimenti sono conosciuti per contribuire ad alleviare i sintomi di UTI.

Acqua

Acqua mantiene il sistema idratato e aiuta il corpo a scovare le tossine. La maggior parte delle persone non beve abbastanza acqua. Le infezioni sono causate da un accumulo di batteri e con una diminuzione del consumo di acqua. I batteri possono essere espulsi dal sistema con idratazione. Gli studi hanno dimostrato che un aumento dell’assunzione di acqua può aiutare nella profilassi e nel trattamento delle UTI.

L’acqua aiuta a scovare tossine e batteri dal sistema.

Succo di mirtillo

Tutti hanno sentito parlare di succo di mirtillo come cura per UTI. E la scienza lo dimostra. Due studi randomizzati controllati dimostrano che il succo di mirtillo riduce il numero di UTI sintomatici in un periodo di dodici mesi. Il succo di mirtillo non zuccherato è il migliore in quanto lo zucchero tende a peggiorare l’infezione. Puoi diluire 1 oncia di succo con 7 once di acqua. I mirtilli hanno proantocianidine. Questo è un composto che impedisce E.coli dal moltiplicarsi all’interno dell’uretra.

I mirtilli impediscono ai batteri di moltiplicarsi.

Ananas

L’ananas contiene bromelina. È una miscela di proteasi o una miscela enzimatica che ha dimostrato di avere proprietà antinfiammatorie. Aumenta anche la guarigione delle ferite e gli effetti immunomodulatori. Viene anche studiato come agente antitumorale.

L’ananas contiene bromelina che ha proprietà antinfiammatorie.

Probiotici

Tra le donne in gravidanza e in allattamento, i probiotici sono spesso raccomandati. I probiotici contengono batteri sani che aiutano il sistema immunitario e allontana l’infezione. I probiotici come lo yogurt fermentato e le colture vive possono darti una dose di batteri” buoni”.

Vitamina C

Se vuoi prevenire un’infezione da UTI puoi assumere vitamina C. Rende l’urina acida. Ciò impedisce ai batteri di moltiplicarsi. Con i batteri controllati, le probabilità di un UTI sono minori.

Succo di limone

Il succo di limone contiene anche acido ascorbico. Rende l’urina acida e controlla i batteri. Puoi bere succo di limone o può essere usato profilatticamente in coloro che hanno frequenti UTI.

Il succo di limone rende l’urina acida.

Bicarbonato di sodio

L’alcalinizzazione delle urine è stata studiata in pazienti di sesso femminile con UTI inferiore. Infatti, nei pazienti cronici, questa alcalinizzazione viene eseguita con bicarbonato di sodio. Puoi usare ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio in acqua tiepida e berlo al mattino. Questo non sarebbe adatto per le persone con ipertensione in quanto contiene sodio che aumenta la pressione sanguigna.

Il bicarbonato di sodio alcalinizza l’urina.

Aceto di sidro di mele

Diluire due tbsps. di aceto di sidro di mele in una tazza d’acqua. Puoi aggiungere miele a questa miscela. Bevi questo al mattino finché l’infezione non si schiarisce. L’aceto di sidro di mele ha attività antimicrobica contro E. coli, Staphylococcus aureus e Candida albicans.

L’aceto di sidro di mele acidifica l’urina.

Aglio

L’aglio è stato studiato per i suoi effetti contro la dislipidemia e i suoi effetti antitrombotici. Ha numerosi vantaggi che ora i medici stanno prendendo in considerazione compresse di aglio come parte della terapia. Tuttavia, nelle infezioni del tratto urinario non complicate, svolge anche un ruolo a causa delle sue proprietà antifungine e antimicrobiche. Ci sono prove scientifiche molto limitate sull’uso dell’aglio per UTI non-E. coli.

L’aglio ha attività antimicrobica.

Mirtilli

Un paio di mirtilli nella vostra dieta sia intero o juiced sarebbe grande fino a quando la vostra infezione cancella.

Come i mirtilli rossi, contengono anche proantocianidine che aiutano a respingere l’E Coli.

Evitano l’escherichia coli.

Alimenti da evitare

Quando hai un UTI ci sono alcuni alimenti che possono peggiorare la tua condizione.

Zucchero

Gli zuccheri possono contribuire alla crescita del lievito che può aggravare l’UTI. Qualsiasi farina raffinata, pane bianco, pasta e roba dolce può essere responsabile per aumentare i livelli di zucchero. Aumentare i livelli di zucchero influenzano anche l’immunità e quindi può incoraggiare la crescita di batteri e rallenta la risoluzione dell’infezione.

Lo zucchero peggiorerà la tua UTI.

Caffeina

La caffeina è uno stimolante e un diuretico. È noto per essere un irritante della vescica in quanto produce urgenza precoce e aumenta la frequenza della minzione. Se si hanno sintomi se UTI si dovrebbe evitare, caffè, tè e alcol.

La caffeina irrita la vescica.

Cibo piccante

Licenziare le spezie e altri alimenti che possono irritare la vescica. Non vuoi una vescica molto attiva quando hai un UTI.

Il cibo piccante irrita anche la vescica.

Carne rossa

La carne rossa tende anche ad aggiungere più acido all’intestino e abbassa i livelli di pH nel corpo. Cerca di evitare la carne rossa se hai un’infezione attiva del tratto urinario. Mangia invece una dieta ricca di fibre.

La carne rossa rende aggiungerà acido al tuo corpo.

Diagnosi e trattamento

Dopo aver chiesto informazioni sui sintomi e aver effettuato una diagnosi provvisoria, il medico potrebbe voler esaminarti fisicamente e ordinare un test delle urine di routine e una coltura batterica delle urine. Questo per confermare se hai un’infezione. E anche per determinare i batteri causali o il microrganismo responsabile dell’infezione.

Di solito, i medici ti istruiranno a presentare un campione di urina pulito. Questo viene fatto lavando l’area e quindi raccogliendo un campione midstream. Il campione viene raccolto in un contenitore sterile per prevenire la contaminazione incrociata.

I trattamenti sono di solito mirati verso i batteri incriminati. E questi sono di solito antibiotici. I batteri sensibili agli antibiotici saranno uccisi. Tuttavia, con ogni infezione del tratto urinario e successivo trattamento, i batteri possono sviluppare resistenza e quindi è essenziale prevenire infezioni ricorrenti del tratto urinario.

I test delle urine e la coltura confermano l’infezione e l’organismo.

Occasionalmente, le UTI sono concomitanti con altre malattie croniche come il diabete mellito, il cateterismo, la menopausa, le malattie sessualmente trasmissibili e le infezioni. Questi devono essere trattati per risolvere l’infezione del tratto urinario.

A seconda del microrganismo, alcuni antibiotici saranno prescritti per soli due giorni, altri potrebbero richiedere un trattamento per oltre dieci giorni. La lunghezza varia a seconda di più fattori. Ma in entrambi i casi, non ignorare un’infezione del tratto urinario. Cerca un aiuto professionale e prendi gli antibiotici prescritti. Evita il sesso se hai un’infezione. Il rapporto sessuale probabilmente spingerà i batteri più in alto nell’uretra. Stare lontano da diaframmi in quanto tendono a trattenere i batteri.

Anche se non è comune negli uomini, è spesso visto negli uomini con prostate ingrossate in quelli di età superiore ai 50 anni. Quindi, se sviluppi un’infezione del tratto urinario, visita un urologo e fai controllare la ghiandola prostatica.

Le infezioni ricorrenti possono essere un segno di qualcos’altro, come una disfunzione del pavimento pelvico o una vescica iperattiva. Quindi non ignorarlo.

Complicazioni

Se le infezioni del tratto urinario vengono trattate tempestivamente, non si presentano complicazioni. Ma se non viene trattata, può aver portato a complicazioni.

Queste complicazioni includono:

  • Le infezioni ricorrenti sono più comuni. Queste donne sperimentano > quattro o più UTI entro un anno. Ciò richiederà una terapia antibiotica a lungo termine.
  • Danno renale permanente a causa di una ITU non trattata che ha provocato un’infezione renale
  • Aumento del rischio di basso peso alla nascita o di neonati prematuri.
  • Restringimento uretrale negli uomini da uretrite ricorrente.
  • Sepsi, complicanza pericolosa per la vita di un’infezione.

Prevenzione

Vai quando devi andare!

I batteri richiedono umidità e calore per riprodursi. Alcuni suggerimenti sono importanti quando si tratta di prevenire un’infezione del tratto urinario. Questi sono:

  • Mantenere l’area pulita. L’igiene è il passo più importante per prevenire le infezioni del tratto urinario.
  • Indossare indumenti intimi di cotone. Nylon e pizzo possono aumentare l’umidità laggiù, incoraggiando i batteri a moltiplicarsi.
  • Pulire da davanti a dietro. Questo è così importante in quanto impedisce a qualsiasi batterio dall’ano di farsi strada verso l’uretra.
  • Non utilizzare lozioni e saponi di fantasia per la pulizia. Utilizzare acqua naturale. L’area vaginale, in generale, ha il suo pH. Di solito è auto-pulito dai batteri colonizzatori. L’uretra di per sé è un’area sterile. L’utilizzo di prodotti può modificare il pH, uccidere i batteri “buoni” e introdurre altri organismi in quella che una volta era un’area sterile.
  • Svuota la vescica urinaria prima e dopo il sesso per eliminare i batteri che possono entrare attraverso l’uretra.
  • Bere molta acqua ogni giorno. Rimani idratato, quindi c’è una costante fuoriuscita di tossine e batteri dal tuo sistema.
  • Fai le docce invece dei bagni.
  • Vai in bagno quando hai voglia. Non tirarti indietro. I batteri si riproducono nel fluido tossico e più a lungo lo tieni dentro, più tempo hanno per moltiplicarsi.
  • Evitare di indossare abiti stretti perché intrappolano l’umidità e aumentano la crescita batterica.

Hai avuto un UTI? Cosa ha funzionato per te?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.