GRANDE LEPIDODENDRON CARBONIFERO PIANTA FOSSILE DA EUROPA * PL163

Descrizione del prodotto

Si tratta di una dimensione RARA, fossile di un grande Lepidodendron sp. pianta del periodo carbonifero. L’anatomia unica del Lepidodendron è meravigliosamente visualizzata attraverso una GRANDE superficie conservata che rende questo un esemplare IDEALE per la visualizzazione! Pochissimi fossili di piante di questo periodo e sito si trovano di queste dimensioni e qualità. La maggior parte sono molto piccoli, frammentari e intemperie. Un fossile vegetale come questo offre uno sguardo alla vita vegetale passata del pianeta quando gli anfibi erano i predatori all’apice e gli unici dominatori della Terra. La flora di questo periodo deve essere stata non solo incredibilmente bella, ma molto aliena nell’aspetto rispetto a quello a cui siamo abituati oggi. 100% AUTENTICO E ORIGINALE COME TROVATO SENZA RIPARAZIONE.

Uno spettacolare fossile di qualità che mostra dettagli bellissimi e realistici della flora estinta di una foresta paludosa europea di oltre 300 milioni di anni fa!

Durante il periodo carbonifero, una gran parte dell’Europa e del Nord America era sull’equatore. Il clima caldo e costantemente umido era ideale per la crescita di estese foreste paludose. Il Bacino paralico era il più grande bacino carbonifero che comprendeva regioni di quelle che oggi sono Irlanda, Inghilterra, Francia settentrionale, Belgio, Paesi Bassi, Germania (distretto della Ruhr) e Polonia. Cambiamenti periodici nel livello del mare hanno causato l’inondazione dei fiumi che attraversavano queste foreste, depositando enormi quantità di sabbia e fango seppellendo così la foresta lungo le rive. In un periodo di un milione di anni, si sarebbero depositate diverse migliaia di metri di sedimento, densamente imballando e pressando l’abbondante vegetazione in impronte fossili di roccia appiattita. La vegetazione più comune in queste foreste erano Sigillaria e Lepidodendron.

Lepidodendron e Sigillaria sono licopodi, o più comunemente noti come muschi di club. Appartengono al gruppo delle licofite, oggi rappresentate solo da una manciata di piccole forme erbacee. Mentre erano gigantesche piante di dimensioni arboree, Lepidodendron e Sigillaria non sono in realtà classificati come alberi, ma sono tipi molto particolari di piante che si estinsero centinaia di milioni di anni fa. Entrambi sono cresciuti ad altezze incredibili superiori a 100 piedi con steli oltre 6 piedi di diametro! I loro rami erano drappeggiati con lunghe foglie erbacee di foglie disposte a spirale e coni contenenti spore. Lepidodendron è famoso per la sua inconfondibile corteccia a scaglie. La pianta era ancorata alla base, non da un apparato radicale profondo, ma da diversi rami a forma di Y poco profondi chiamati stigmaria. I rami superiori nella parte superiore della pianta terminavano in coni a forma di sigaro chiamati Lepidostrobus. A seconda delle specie specifiche di Lepidodendron, questi coni contenevano spore piccole o grandi o entrambe. La presenza di fossili di Lepidodendron suggeriscono un ambiente molto caldo e umido esisteva dove un tempo prosperavano.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ SUI FOSSILI VEGETALI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.