4 Lezioni che possiamo imparare dal Libro di Giona

Bene qual è: siamo salvati? ci stanno salvando? o saremo salvati?

In realtà, sono tutti e tre.

I nostri pellegrinaggi spirituali iniziarono molto prima della nostra nascita. Dio aveva un piano per le nostre vite.

E, dopo che veniamo a Dio nella fede, egli non è finito con noi. Lavora ogni giorno per renderci più simili a Gesù.

E, c’era di più in futuro. Egli tornerà per il suo popolo e noi vivremo con lui nell’eternità sperimentando Dio senza ostacoli dalle mancanze che sperimentiamo ogni giorno sulla terra.

Capitolo 1 – Dio ha salvato i marinai

Dio ha usato un profeta imperfetto.

A Giona fu detto di andare verso est dagli Assiri. Andò verso ovest su una nave che lo avrebbe portato il più lontano possibile nella direzione opposta. Nel bel mezzo della sua ribellione, durante una tempesta spaventosa, fu in grado di dire la verità alla ricerca, all’incredulità dei marinai.

Vennero a Dio dopo la sua testimonianza e dopo averlo gettato nel mare agitato.

Capitolo 2 – Dio ha salvato Giona

Dio non era finito con Giona.

Dio non gioca un colpo e sei fuori.

Dio si impegna per le persone e tende la mano ai fallimenti dove sono e continua ad offrire loro luoghi di servizio. Per quanto riguarda i marinai erano interessati Giona era morto, ma Dio miracolosamente conservato la sua vita, perché Dio non è stato fatto con lui

Capitolo 3 – Dio ha salvato Ninive

Ebraico persona di Giona giorno, gli Assiri, dove la personificazione del male e di Ninive, la loro capitale era la cittadella del nemico.

Nessuno è così malvagio da non poter cambiare e venire a Dio. Egli è sempre il padre che guarda e aspetta nella parabola del Figliol Prodigo.

La modifica è sempre un’opzione. Giona predicò e il popolo cambiò.

Capitolo 4 – Dio salvò di nuovo Giona

Giona era infelice quando agli Assiri fu risparmiato il giudizio.

La sua infelicità era sbagliata.

Dio si preoccupa dei fallimenti del suo popolo. Continua a lavorare con noi. Non dovremmo mai supporre che quando Dio ci usa sia una dichiarazione della nostra perfezione.

Anche coloro che hanno avuto grande successo nel servizio di Dio devono essere spinti avanti.

Giona fece ciò che Dio gli disse di fare, ma non vedeva gli Assiri come persone che avevano bisogno di Dio. Erano nemici degli ebrei.

Ha fatto quello che gli è stato detto di fare, ma non voleva davvero ciò che era meglio per loro.

Dio lo salvò di nuovo dal suo sé imperfetto.

Quattro lezioni

Dio usa persone imperfette per condividere il suo messaggio.

Finché siamo vivi, Dio sta lavorando per fare uso più simile a Gesù.

Dio è un Dio una seconda possibilità. Il cambiamento è sempre un’opzione.

Anche dopo che siamo stati usati da Dio, egli vuole ancora far crescere il nostro carattere.

Lezione bonus — il quadro generale del libro

Giona ha scritto un libro in cui non è l’eroe perfetto.

Come Abacuc e Geremia, ha raccontato la storia della sua vita in un modo che ha rivelato le sue debolezze e come è stato usato da Dio. Ha usato le sue mancanze per magnificare la grazia di Dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.